L’industria del futuro

L’industria del futuro

Cosa vuol dire investire in mega-trend? Vuol dire investire nell’industria nel futuro, cercando di capire quali saranno i fattori dominanti del domani, e come questi fattori incideranno non solo sulla vita di un singolo individuo, ma su quella di tutti, e non solo nel breve periodo, ma nei prossimi decenni. Una rivoluzione che non riguarderà certo una singola società, ma interi settori.

I mega-trend principali individuati sono i seguenti:

Cambiamento delle forze economiche

La crescente forza delle economie emergenti sta cambiando gli equilibri dell’economia globale.
In meno di una generazione, i mercati emergenti e le economie in via di sviluppo, da produttori di beni e centri di scambio per i Paesi avanzati, sono diventati a pieno titolo importanti destinazioni di prodotti di consumo e servizi.
Tale processo porterà a un cambiamento nelle preferenze degli investitori. In genere oggi essi preferiscono la sicurezza delle economie avanzate, in particolare degli USA, nella convinzione che offrano un potenziale di crescita sostenibile nel lungo periodo. Sarà ancora così domani?
I mercati emergenti offrono opportunità tattiche a fronte di maggiori rischi e di un rendimento potenzialmente superiore. Tuttavia, già oggi stanno assumendo maggiore importanza all’interno dei portafogli di investimento e tale trend potrebbe accelerare, visti la crescente accessibilità dell’azionario cinese agli investitori esteri e lo sviluppo di migliori politiche di trading a livello globale. Nonostante alcuni fattori critici, come i livelli di indebitamento e le valutazioni sul mercato immobiliare, nel lungo periodo è probabile una crescita dell’economia cinese rispetto a quella di USA ed Europa.
Lo scorso anno in Cina sono state registrate ben 6 milioni di società, in netto aumento rispetto ai 2,5 milioni del 201315. Tra i settori in più rapida crescita rientrano scienza e tecnologia, intrattenimento, sport e finanza, mentre industria estrattiva, elettricità e gas hanno evidenziato un lieve calo.

Mutamento climatico e scarsità delle risorse

L’espansione della popolazione globale sta facendo incrementare la domanda di cibo e acqua e mettendo pressione le risorse limitate. Secondo le previsioni le temperature medie dovrebbero aumentare di oltre 2 °C entro il 2100, causando un danno significativo e irreversibile, incrementando così le pressioni sulle risorse globali.
L’impatto del riscaldamento globale non dovrebbe però essere sottovalutato perchè inciderà in modo significativo sui raccolti, con un conseguente aumento dei prezzi dei prodotti alimentari.
Si tratta di un problema di portata globale ulteriormente aggravato da altri megatrend, come l’urbanizzazione e la forte crescita dei consumi nei mercati emergenti. Si dovrebbero trovare delle soluzioni, ma gli studi di settore e internazionali vedono una maggiore crescita dell’energia prodotta da fonti rinnovabili che dovrebbe sostituire quella prodotto dai combustili. Si prevede anche un cambiamento radicale del comportamento dei consumatori e lo sviluppo di nuove tecnologie che consentano di sostituire le risorse e le infrastrutture esistenti.

Andamento demografico e cambiamenti sociali

L’invecchiamento della popolazione in tutto il mondo sta cambiando in maniera sensibile i bisogno della popolazione.
Secondo le stime dell’ONU, entro il 2030 la popolazione globale crescerà di oltre 1 miliardo di individui, soprattutto nei Paesi emergenti. L’ONU prevede inoltre che entro il 2050 l’80% della popolazione globale over 60 risiederà in Paesi attualmente ritenuti “meno sviluppati”. Le persone vivranno più a lungo dopo il pensionamento, con la conseguente necessità di modifiche su vasta scala alle politiche governative. Vi saranno maggiori pressioni su strutture e servizi sanitari e diverse nazioni dovranno emanare apposite leggi per garantire un’adeguata assistenza agli anziani.
I principali cambiamenti in grado di incidere sulle decisioni degli investitori nel medio-lungo termine saranno quindi, la spesa sanitaria, che essendo consistente creerà enormi opportunità in questo settore e una maggiore crescita anche delle soluzioni previdenziali.
In generale, vi sarà un maggiore interesse per i risparmi in vista della pensione e l’individuazione di valide fonti di reddito pensionistico. Di conseguenza, potrebbero aumentare anche le richieste di consulenza finanziaria e il ricorso a consulenti robot.

Rapida urbanizzazione

Si stima che entro il 2030 i 2/3 della popolazione globale vivrà in città. L’urbanizzazione potrebbe implicare anche ulteriori dinamiche, come nuove Infrastrutture e le reti di trasporto che dovranno essere modernizzate in funzione dell’introduzione di veicoli autonomi e della maggiore densità di popolazione.
Con l’aumento della densità demografica a livelli senza precedenti, i sistemi sanitari esistenti dovranno essere radicalmente rivisti per far fronte a questo afflusso. Gli ospedali tradizionali saranno messi a dura prova se non utilizzeranno le nuove tecnologie a loro disposizione.
Progresso tecnologico: la rivoluzione tecnologica in atto sta avendo un impatto profondo nell’economia. La “rivoluzione tecnologica” è un catalizzatore di altri trend, ma è un aspetto fondamentale per risolvere molti dei problemi globali con cui ci si dovrà confrontare. Data l’interconnessione del mondo moderno, nessuno di questi mega-trend si può considerare isolato. Anzi dall’incontro di due o più trend possono nascere dei nuovi temi di investimento.
Al centro di tutti i mega-trend, come si diceva troviamo il rapido progresso tecnologico. I dati sono il nuovo petrolio e secondo le previsioni la quantità globale di dati dovrebbe decuplicarsi entro il 2025 e la maggior parte sarà creata e gestita da imprese. Con quali conseguenze? Vi sarà sicuramente un impatto dirompente sul mercato del lavoro, in alcuni ambiti il personale sarà sostituito dalle macchine. Inoltre a fronte di un significativo incremento della connettività la sicurezza dei dati diventerà un tema molto sensibile, che determinerà il successo o meno di un’impresa. Ma anche l’emergere dell’internet of thing, o il fatto di potersi permettere prodotti migliori a costi più bassi (visto che molti lavori saranno effettuati da robot), potrebbe incidere sui costi infrastrutturali e portare a una migliore qualità della vita, con tutte le implicazioni legate all’assistenza sanitaria.